Deca Dance. il tuo punto di vista


Deca Dance, di Ohad Naharin, foto Gadi Dagon

Virtuosismo, energia, divertimento: tre caratteristiche essenziali di Deca Dance, evergreen firmato dal coreografo israeliano Ohad Naharin che torna in scena in Italia con il suo Batsheva Ensemble. Tre le tappe a partire da sabato 26: si inizia al Comunale di Ferrara, dove lo rivedremo noi, poi tocca al Comunale di Vicenza il 29, chiude il Grande di Brescia il 30. Chi vede lo spettacolo visitando il nostro blog o il sito web del giornale Danza&Danza lasci qui un commento. Ne discuteremo.

CondividimiTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+

Italia in danza


“Kore” di Virgilio Sieni

Molti gli spettacoli italiani in calendario a MilanOltre in questi giorni. Domani sera, alle 22, all’Elfo Puccini, tocca a Daniele Albanese, autore cresciuto in Olanda, attualmente di base a Parma dove dal 2002 lavora con la sua compagnia Stalker. L’assenza, l’attrazione, un gioco di forze come presenze invisibili abitano la sua danza; lunedì 7 tocca a Luca Veggetti con gli allievi danzatori dell’Atelier Teatro Danza Scuola Paolo Grassi in un progetto tutto dedicato a Pasolini, il 12 è la volta di Sexxx di Matteo Levaggi, in mezzo, dal 9 all’11, focus su Virgilio Sieni. In scena due dei migliori titoli dei suoi più recenti spettacoli della compagnia, il pittorico De anima (9) e Sonate Bach (10), e due progetti che coinvolgono rispettivamente adolescenti e non danzatori. In particolare segnaliamo Cerbiatti del nostro futuro per capire l’incontro possibile tra la danza contemporanea e i giovanissimi (11). Sopra un corto di un altro spettacolo di Sieni, Kore, realizzato il febbraio scorso in occasione del Premio della rivista Danza&Danza al Teatro Grande di Brescia.

CondividimiTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+